L’unica vera guida all’acquisto della casa

L’unica vera guida all’acquisto della casa che ti permette di gettare le basi per andare alla ricerca della felicità così come si affannava a trovarla Willy Smith nell’omonimo film «Alla ricerca della felicità».Guida all'acquisto della casa

Nel film «Alla Ricerca della felicità» il protagonista Chris (Willy Smith) è un venditore alla costante ricerca di un lavoro che permetta a lui e suo figlio Christopher di vivere una vita più che dignitosa. Chris si affanna costantemente a trovare un impiego valido battendo più strade e sarebbe stato grato a chiunque gli avesse fornito un vademecum su come dovesse agire per poter arrivare all’obbiettivo.

 

Quando una persona ha un problema, vorrebbe che qualcuno gli desse prontamente una guida utile che risolvesse velocemente quella difficoltà nel modo più corretto.

 

Allo stesso modo un acquirente che cerca la casa dei suoi sogni, necessita di una guida (che troverai in questo articolo) che gli suggerisca cosa cercare in un immobile affinchè possa considerarlo idoneo per se e la propria famiglia. Insomma, una spasmodica ricerca della felicità presente e futura.

 

LA STORIA DI CHRIS GARDNER

Ricordi il film di Willy Smith «Alla ricerca della felicità»? – Beh! Se lo hai visto (ma credo proprio di si) allora anche tu sarai rimasto colpito dalla storia di un giovane padre di colore che faceva il venditore squattrinato di Scanner per la densità ossea.

Chris Gardner (Willy Smith) è sposato con una donna (Linda) e hanno un figlio di nome Christopher non ancora adolescente. Con molta difficoltà, Chris cerca di sbarcare il lunario acquistando e rivendendo degli scanner ossei ai medici, i quali non sembravano molto entusiasti del prodotto.

La storia si sviluppa a San Francisco negli anni 80’ dove Chris assieme a suo figlio, viene lasciato dalla moglie la quale lo accusa di non aver saputo dare alla famiglia una stabilità economica e di essere un sognatore inconcludente.

 

UNA VITA COMPLICATA

Dopo la separazione, c’è stato un susseguirsi di eventi spiacevoli quali la perdita della propria abitazione (perchè non pagava il fitto), la confisca dell’auto (per multe non onorate) e si trasferisce con il suo figliolo in un motel dove, un bel giorno, troverà la serratura della stanza cambiata non riuscendo a fare fronte neanche a questo impegno economico.

Nella sua vita è stato costretto a barcamenarsi tra il suo lavoro di vendita degli scanner, un corso di broker (che potrebbe rendere il suo futuro e quello di suo figlio sereno) e nel periodo più cupo, ad affannarsi all’imbrunire della sera, ad una lunga corsa con suo figlio verso il dormitorio dei senzatetto per accapararsi un posto dove trascorrere la notte.

Da libro cuore è la scena nella quale non riuscì a raggiungere per tempo il dormitorio, è così furono costretti a trovare un posto di fortuna per dormire. Un bagno pubblico della metropolitana diviene il loro temporaneo rifugio notturno e la coscia di Chris un cuscino per la testa del suo figliolo, e mentre il piccolo riposa,  Chris piange a dirotto per quella situazione disperata che stavano vivendo.

Acquisto casa cosa bisogna sapere
Nel bagno della metropolitana – Alla Ricerca della felicità

Alla fine del film, Chris riesce a diventare un uomo di successo ribaltando il destino infame proprio perchè si ostinava a ricerca la felicità sua e di suo figlio.

 

L’ATTINENZA CON LA TUA RICERCA

Ma qual’è l’attinenza di questo film con l’acquisto di una casa?

Il titolo del film: Alla Ricerca della felicità.

La ricerca del tuo immobile deve essere da subito una scelta mirata è ponderata con l’analisi di tutti gli elementi essenziali che ti conducano sin dal primo momento, ad avviare una trattativa che non sarà vittima di ripensamenti legate all’immobile sia per quel che concerne la scelta, ma anche per la vivibilità/godibilità che esso avrà nella vita di tutti i giorni da dopo il tuo acquisto a venire.

 

L’unica vera guida all’acquisto della casa

 

Oggi comprare casa non è come comprare un paio di scarpe: se dopo l’acquisto ti rendi conto che non sono di quella bellezza che avevi immaginato, puoi lasciarle ad “appassire” nella tua scarpiera in attesa di non si sa quale evento per poterle indossare.

Adesso ti immagini cosa significherebbe cominciare una trattativa scritta per una casa, arrivarne alla definizione ed iniziare a nutrire dei dubbi sulla validità dell’abitazione che stai per prendere solo perchè non avevi valutato bene tutti gli elementi?

 

UNA SCELTA DISASTROSA

Una offerta accettata ha degli impegni economici che se venissero disattesi, diverrebbero un salasso anche se hai solo versato un acconto minimo, mentre si trasformerebbero in un “bagno di sangue” con una trattativa ormai ad uno stato avanzato.

A questo punto puoi fare qualcosa per uscirne?

Nulla o quasi.

 

INGENUITA’

Ma facciamo finta che fortunatamente te ne sei accorto per tempo e che quindi puoi provare a correre ai ripari, e se invece perfezionassi l’acquisto inconsapevole di quello che accadrà nei mesi a venire?

La “frittata” è fatta! – Dovevi pensarci prima e valutare diversamente tutte le caratteristiche dell’immobile perchè:

  • se la casa è calda come un forno in Estate e gelida l’Inverno probabilmente avresti dovuto pensarci prima a questa possibile evenienza
  • E’ se l’abitazione è un bijou e lo stabile con annesse parti comuni è completamente da ristrutturare, hai i soldi per poter affrontare questo popò di spesa che ci sarà di lì a qualche mese o qualche anno?
  • E’ Se il condominio è iper affollato e tu hai avuto solo gli occhi per le quattro mura domestiche, ti immagini che lotte alle riunioni di condominio?

acquisto casa esposizione
Una casa calda

 

I TRE ASPETTI FONDAMENTALI

Potrei continuare, ma quello che mi interessa mettere in evidenza, è come fare una valutazione complessiva ottimale quando stai per prendere la decisione di acquistare una casa, esaminando tutti quegli elementi (o comunque quelli più importanti) indispensabili affinchè il tuo, divenga un acquisto di successo.

Nel mio lavoro da property finder (cercatore di proprietà) quando cerco immobili per il mio cliente, a primo impatto faccio già queste disamine per evitare di perdere tempo, ma spesso nell’annuncio non è possibile capire a priori tutti gli elementi utili per fare una valutazione complessiva della bontà dell’immobile e allora non rimane che andarla a visitare.

  • Immobile
  • Contesto Condominiale
  • Zona

Queste sono le tre macro variabili che prendo in considerazione è che, a loro volta, ognuna di esse racchiude altri sotto elementi.

 

IMMOBILE

Della unità abitativa prendo in considerazione:

  • Piano;
  • Allocazione precisa all’interno dello stabile (Esempio Se hai lati, sopra o sotto ci sono altre abitazioni);
  • Esposizione, ventilazione e luminosità;
  • Disposizione degli ambienti;
  • Condizioni interne ed impianti;
  • Vedute

 

CONDOMINIO
  • Dimensione Stabile e numero di unità abitative;
  • Anno di costruzione e condizioni esterne stabile;
  • Esistenza di giardino o recinto condominiale;
  • Spazi, vani ed impianti condominiali comuni;
  • Pertinenze dell’abitazione (posto auto, cantinola ecc…);
  • Gestione Condominiale e/o intercondominiale.

 

ZONA
  • Tipologia di “prestigio” sociale della zona;
  • Periodo di costruzione degli edifici circostanti all’immobile;
  • Altezza degli edifici circostanti;
  • Presenza di utilità pubbliche (scuole, attività commerciali, fermate mezzi pubblici, ecc.);
  • Logistica e facilità di accesso veloce alla viabilità urbana.

Certo, sarebbe bello che un immobile rientrasse in tutti i parametri ma questo non sempre è possibile per ovvie ragioni anche economiche, ma nessuno ci preclude la possibilità di andare «alla ricerca della felicità».

E’ importante essere consapevoli che quando si è arrivati alla decisione di avviare una trattativa, questi elementi siano stati valutati o quantomeno non trascurati cosicché una volta che hai deciso di “affondare il colpo”, vai sul sicuro.

Ora capisci bene che ognuna di queste tre macro aree merita diversi articoli di approfondimento da leggere di qua a venire ma quello che mi interessava comunicarti te l’ho detto: Valuta attentamente queste tre variabili così come faccio io per i miei clienti quando utilizzo il nuovo sistema lavorativo degli agenti immobiliari:

metodo dell’acquirente

 

METODO DELL’ACQUIRENTE

Con questo procedura non ti succederà di acquistare un immobile dove non viene preso in considerazione:

  • Il piano;
  • Allocazione precisa dell’unità immobiliare nello stabile;
  • Esposizione, la ventilazione e la luminosità;
  • La disposizione degli ambienti;
  • La ristrutturazione interna e gli impianti;
  • Le vedute e gli indici di fabbricabilità;
  • L’ esistenza di un condominio piccolo o di un intercondominio “complicato”;
  • Condizioni esterne dello stabile, del recinto condominiale e dei vani comuni;
  • La “valenza” della zona e gli anni di edificabilità della stessa;
  • La comodità di spostamenti veloci e servizi pubblici.

Con questo articolo ho finito; Ti invito ad iscriverti al mio blog (oppure ai miei canali social) per seguire i prossimi, che saranno un approfondimento di queste macroaree.

E ricorda che:

“Se Hai un sogno, tu lo devi proteggere!!!! Se vuoi qualcosa vai ed inseguila”

Il tutto sempre condito dalla Ricerca della Felicità…

Ti saluto e ti aspetto ci vediamo alla prossima ciao da… 

Domenico Alessandrino

 

 

Domenico Alessandrino

Per qualsiasi informazione inerente agli immobili o per una consulenza gratuita del sistema di acquisto "metodo dell'acquirente" o Buyer's method, non esitare a contattarmi

Leave a Comment